I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74-89% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita.

Avviso di rischio

Effetto leva... grandi guadagni e grandi perdite

Quando si lavora sul margine, sia gli utili che le perdite sono amplificati. Senza stop loss, è facile utilizzare rapidamente il proprio margine. Se non si imposta uno stop loss è possibile subire grandi perdite, se la posizione si gira contro di voi. Quindi la cosa migliore è lavorare con uno stop garantito.

Per broker europei come Plus500 e Fortrade chiudono automaticamente le posizioni quando il margine è troppo basso. Con questi broker non è possibile perdere più dell'importo sul proprio conto, quindi non è possibile contrarre un debito.

Non adatti per investimenti a lungo termine

I CFD non sono adatti per gli investitori a lungo termine, che, per esempio, vogliono mantenere le azioni per alcuni anni. Se si mantiene un CFD aperto per un periodo superiore a 6 mesi, i costi di finanziamento (il premio) salgono, e sarebbe meglio comprare direttamente le attività sottostanti. Se fate trading con questi strumenti fatelo con un orizzonte temporale di breve termine e tagliate le perdite se il trend prende la direzione opposta a quella sulla quale avevate scommesso senza mediare al ribasso.

Non adatti come reddito

Il valore dei CFD oscilla molto rapidamente e quindi essi non sono adatti ad un investitore che voglia ottenere un reddito garantito dai suoi investimenti.

Non ci sono cedole o dividendi con i CFD, ci sono solo oscillazioni di prezzo e quindi speculazione pura. Nessuna forma di garanzia di restituzione del capitale può essere affiancata ad un CFD che rimane uno strumento fatto per chi ha una propensione al rischio elevata.

Non fate trading col denaro che vi serve

Mai fare trading con denaro di cui non si può fare a meno. A causa dell'effetto leva, le piccole fluttuazioni possono ancora significare grosse perdite. Potreste rischiare di perdere l'intero investimento. Quasi sempre la cifra che si decide di mettere in campo in fase inziale è adeguata alle nostre possibilità. Purtroppo però quando le perdite cominciano ad intaccare il capitale la volontà di recuperare in fretta porta ad aumentare la posta spesso e volentieri aumentando la leva. I margin call fanno tutto il resto, risucchiando il trader dentro un gioco sempre più pericoloso che mette a rischio il tenore di vita di tutti i giorni.

Iniziate con le piccole cose

Iniziare a fare trading con piccole somme di denaro e non utilizzate l’effetto leva al suo massimo! Utilizzate solo una piccola parte del vostro conto come margine. Se fate trading con una leva alta e investite la quasi totalità del vostro conto sul margine, una posizione mal stimata può rivoltarsi rapidamente contro di voi. Una gran parte del margine può sparire come brina sotto al sole del mattino. Non cadete nelle tentazioni offerte da aggressive campagne di marketing dei broker. Utilizzare leve troppo spinte richiede un cuscinetto di denaro di emergenza notevole qualora le scelte di trading non dovessero rivelarsi corrette. Siete sicuri di potervelo permettere?

Imparate a fare trading con un conto demo

Prima di fare trading con denaro reale, imparate a operare con una demo gratuita. Otterrete un capitale fittizio e prenderete confidenza con la piattaforma di trading. In questo modo imparate anche a lavorare con l'effetto leva.

Ormai tutti i fornitori dei servizi di trading su CFD sono in grado di offrire l’apertura di un conto demo. All’interno di un vero e proprio conto virtuale si potrà eseguire la normale operatività con soldi non reali verificando tutte le funzionalità della piattaforma di trading e le sue potenzialità.

Vigilanza finanziaria?

Un CFD è un contratto tra voi e il vostro broker, quindi il rischio della controparte è con il vostro broker. Prestate sempre molta attenzione ad un’attività in apparenza noiosa ma che può evitare tanti guai in futuro. Verificate sempre qual’è l’ente di vigilanza del broker che avete selezionato e a quali regolamenti è obbligato a fare riferimento. La separazione dei conti di trading dall’attivo del broker è ad esempio uno dei punti di maggior tutela sul quale un cliente non dovrebbe transigere.

Tra gli altri, IG e Plus500* sono regolate dalla Financial Conduct Authority (FCA) in Inghilterra.

*Plus500 UK Ltd is authorised and regulated by the Financial Conduct Authority (FRN 509909).
Plus500 CY LTD is authorised and regulated by the Cyprus Securities and Exchange Commission (License No. 250/14).
Plus500AU Pty Ltd, ACN 153 301 681, AFSL # 417727, issued by the Australian Securities and Investments Commission is authorized to issue these products to Australian residents. Derivatives issuer licence in New Zealand, FSP #. 486026 authorises Plus500 to issue these products to New Zealand residents. Plus500AU Pty Ltd, is also an authorized Financial Services Provider in South Africa, FSP 47546.